Battitore libero blog

Battitore libero fig. personalità pubblica, uomo politico senza collegamenti con altri, non legato a gruppi o partiti (fonte).

Il fatto che questo blog non fosse necessario è cosa assodata prima di qualunque commento. Il fatto poi che uno si debba chiedere da solo il perché di una propria iniziativa e si debba anche dare una risposta completa il quadro di quanto inutile possa considerarsi l’opinione anche se per opinione si intendesse (come penso io) l’espressione di un parere a ragion veduta indipendentemente da che le informazioni su cui si basa siano state inquinate per indirizzarlo.

L’espressione opinione pubblica ci fa credere che effettivamente la gente abbia un parere, non su qualcosa di specifico a seconda delle competenze dei singoli, ma su tutto senza distinzioni di materia. Io invece credo, come avrò modo di ribadire più volte nei miei post, che senza conoscenza (almeno apparente*) non si possa avere una opinione se non riciclando quella di qualcuno che comunque va catalogata alle voci credenza o convinzione; ovverosia modo di pensare derubricato al  pensiero per sentito dire.

Ebbene se nel circuito della condivisione non si può mai nemmeno più stabilire quale sia la verità, allora ha senso avere un’opinione? Bolliamo dunque senza problemi anche questo blog come inutile, sfogatoio o cesso chiuso in cui il sottoscritto rimugina sul nulla, ok ci sto. Ma già il fatto che io esprimerò delle opinioni tenendo fede a quanto appena detto dà una risposta a quanti mi accusano di essere in qualche maniera un opportunista o una banderuola (è successo di sentirmelo dire persino io).

Perché mai mi sono state appiccicate etichette simili? Perché il semplice fatto che io presti fede a determinati obiettivi piuttosto che alla tifoseria che ora li sostiene e ora li disconosce fa di me, agli occhi di qualcuno, una persona incoerente.

Non che io senta di dare delle risposte a questi che nella quasi totalità ignoro chi siano, ma perché emergerà per reazione chimica.

La mia presunta incoerenza deriverebbe dal fatto che non faccio riferimento ad alcuna ideologia e ciò verrebbe evinto trascurando gli obiettivi che perseguo ed i risultati che ho raggiunto. E’ proprio per questa ragione che quando venivo invitato in radio a fare Economia Spiegata Facile venni definito dal conduttore un BATTITORE LIBERO.

Tale definizione si era resa necessaria in quanto l’ascoltatore di turno chiamò in trasmissione alla ricerca di una qualche etichetta da affibbiarmi in quanto incapace di collocare contemporaneamente la mia opinione rispetto a quanto egli presumeva che avrei dovuto pensare in qualità di attivista inquadrato, anche se precariamente, in ambiente 5 stelle e quello che invece dicevo al microfono. Non che le etichette siano sempre negative. A volte servono a chi ne ha bisogno per darsi un’orientamento, e se è anche il Vostro caso vi è concesso, ma è questo il motivo del nome di questo blog.

Ecco che  di un blog di opinione si tratta, indipendentemente che la condividiate o meno.

In questo spazio ho l’interesse di dimostrarmi più riflessivo al contrario di ciò che sono sui social nella maggior parte dei casi. Narrerò alcune delle mie esperienze di attivista ed i retroscena di fatti che apparentemente possono essere (e vengono) male interpretati.

Se avrò la possibilità di coinvolgere amici pensanti e persino degli insider capaci di raccontarci opinioni e fatti che, se siamo fortunati sentiamo riecheggiare nel retrobottega degli ambienti politici, oppure ci vengono totalmente nascosti dai media ne sarò lieto.

Tutti battitori liberi comunque.

Sarà un divertente viaggio lungo quel che basta da essere interrotto prima di aversene a noia.


*per conoscenza apparente intendo la cognizione di elementi atti a produrre un parere e non sul sentito dire. Apparente perché nessuno è in grado di garantirci che le informazioni che possediamo siano complete e veritiere; pertanto qui si intende premiare lo sforzo della ricerca.

 

Related Post

Christo d’un ponte! Polemiche per l’op... Ponte sul lago di Iseo: risposta con riflessioni sulle polemiche scatenate dall'opera del famoso artista bulgaro. L'ironia si scatena sul po...
Non succede più niente Non succede più niente. Nulla che faccia accadere le cose che creano la vita. Non si fanno più incontri. Non accadono gli incidenti che animino e ...
Informazione al consumo e quel fake che rivela una... Il ruolo dell'informazione di massa è la stratificazione non per fornire spiegazione dei dei fatti ma per fornire argomenti di consumo sempre nuovi pe...
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
The following two tabs change content below.
Costantino Rover
Costantino Rover si occupa di comunicazione ed è un attivista indipendente autore su Scenari Economici e creatore di "L'Economia spiegata facile" su YouTube e Facebook. Collabora con alcuni dei massimi economisti italiani: A. M. Rinaldi e Nino Galloni.