Menu Close

Category: Macro economia (page 2 of 3)

Articoli e lavori divulgativi di macro economia

… E poi arriva superman

Il Mosè di Mel Brooks ne La pazza storia del mondo

Il Mosè di Mel Brooks ne La pazza storia del mondo

Non faccio neanche in tempo a parlare di sistema che produce l’anti sistema che nel giro di 24 ore mi ci ritrovo di nuovo a parlarne.

Il ritratto tipo del salvatore del mondo è quello dell’uomo tutto d’un pezzo che si affaccia  con fiero incedere dell’uomo che non ha il minimo dubbio e che, visto che si offre volontariamente di indicarti la retta via, non deve chiedere mai.

Un giorno (ogni tanto, mica una volta sola) ti arriva uno che vuole insegnarti come si fa a salvare l’universo, ma non è uno qualsiasi che non ne è stato capace però sa come si fa (da qui l’impellente necessità di divulgare il verbo infallibile), NO! E’ sempre quel fenomeno che ha capito tutto. Read more

Nella sfida tra contanti e bancomat chi ci guadagna sull’evasione fiscale in Italia? Te lo spieghiamo con un disegnino

A volte ritornano, si dice ogni tanto, ma capita che ritornino anche fin troppo spesso, dico io, così eccomi qui a riparlarne grazie ai fans sfegatati dell’abolizione dei contanti come arma di lotta all’evasione.

Così se averne già scritto nei precedenti articoli A MORTE I CONTANTI, VIVA I CONTANTI (leggi l’articolo) e COME SCOPRIRE CHI EVADE LE TASSE IN ITALIA GIOCANDO A BATTAGLIA NAVALE (leggi l’articolo) in cui ho dato modo di riflettere sui dati che dimostrano che i contanti non sono affatto causa principale di evasione fiscale e di come all’estero la manica sia molto più larga, non è stato sufficiente eccomi qui a ribadire il concetto con parole nuove.

Read more

Conferenze, partecipazioni televisive e radiofoniche

In questa galleria di video compaiono ALCUNE DELLE conferenze da me organizzate e mie partecipazioni nell’ambito della divulgazione sui temi macro economici in particolare incentrati sulle problematiche legate all’euro.
TUTTI I VIDEO SONO RICAVATI DAL CANALE DI ECONOMIA SPIEGATA FACILE.

Read more

#ExItaliy, ecco perché non siamo (ancora) pronti: la task force che manca ma che c’è

L’esito del referendum greco anti austerity ha portato un vento di spensierata gioia fra gli internauti che hanno riempito l’agone digitale nell’arco di una settimana, ovvero dall’atteso annuncio di Tsipras che detto referendum si sarebbe indetto.

Fino a pochi secondi prima di loro nessuna traccia. Read more

European Redemption Fund: quanto al ribasso sono disposte a puntare le elites?

Nel realizzare il video ERF (European Redemption Fund, la nuova penitenza per l’eurozona) in occasione dell’invito che ho ricevuto in novembre di conferire presso la London School of Echonomics assieme ad altri componenti di Riscossa italiana, mi sono chiesto, sollecitato da Marco Santero (coautore del video) se esista un limite sotto al quale le elites siano disposte a far scendere il livello sia culturale che caratteriale delle masse e quale possa essere il tornaconto nel governare sul tipo di mondo che si sta delineando.

Il mio pensiero, da quando ho cominciato a collegare i puntini, è che – filosoficamente parlando – la distruzione del modello sociale italiano può essere giustificato soltanto dalla instaurazione di un modello più avanzato ed evoluto.

Read more

Il Rimborso Fiscale Minimo Garantito è l’unica forma di Reddito di Cittadinanza possibile in Italia oggi

Oggi si fa un gran parlare del Reddito di Cittadinanza (RDC) indubbiamente grazie al Movimento 5 Stelle che ha avanzato una propria proposta come da programma elettorale.

Il RDC è quella forma previdenziale molto comune in Europa che consente il sostentamento dei cittadini a corto di reddito o addirittura senza reddito.

I limiti principali della volenterosa proposta del M5S sono sostanzialmente due: la mancanza di coperture certa a partire dal secondo anno e il fatto che non si tratti di un reddito di cittadinanza vero e proprio ma di un reddito minimo garantito solo per alcune delle fasce di reddito molto debole (allora cosa c’entra la cittadinanza?) rischiando di essere sentito dagli occupanti delle fasce economiche limitrofe come una forma di ingiustizia mal digeribile in tempi di crisi.

Read more