In questi minuti sto indugiando in infernet con un contatto su Facebook su temi vagamente appuntabili sulla superficie del marketing influenzante il consenso. Il trascurabile valore della conversazione (perché di chiacchiere post natalizie che non hanno come oggetto alcun progetto concreto si tratta) mi permette di mettere in risalto alcuni aspetti dell’attivismo (che volendo potremmo a mio giudizio allargare a qualsiasi attività cosiddetta di volontariato e più o meno sinceramente altruistica) che mi riconducono a riflettere su quello che veramente sto facendo.

Ne seguono alcune considerazioni che mi preme fare sul mio conto ma anche rispetto a quanto ho imparato in quasi sette anni di attivismo in campo economico e macro economico. Read more